Bio


Il mio nome è Giacomo Ciangottini e sono nato il 4 settembre 1980 a Roma.
Fin da bambino la fotografia mi ha sempre affascinato e non so ancora se sia stato io a scegliere la fotografia o se piuttosto sia stata lei a rapirmi, a strapparmi dall’altro grande amore della mia vita: la tecnologia. Vivo la fotografia come l’arte di provare a catturare quello che non si vede, cercando di cogliere quello che nessuno vede. Questa forma d’arte consente al fotografo di catturare un attimo, di sottrarre all’inesorabile scorrere del tempo un’emozione, un momento irripetibile: lo sguardo di una donna, la sensualità di un incontro, il profilo di una città, i colori e la potenza della natura, il volto di un vecchio… lo scorrere lento di un fiume…

Mi appassiona il concetto di viaggio più della destinazione, amo conoscere nuovi paesi, modi differenti di vivere la vita, e sempre ho come fedele e spesso unica compagna la mia macchina fotografica. Avevo saputo di tempeste feroci che schiaffeggiano Capo Horn e di mille imbarcazioni carpite dall’onda gelida dalle fauci insaziabili e predatrici dei mari australi. Ora so, conosco la furia inquieta e devastante dell’acqua che, ferita dalle prue delle navi che la attraversano, si rivolta violenta a riprendersi il suo spazio ferito avvolgendo lo scafo che geme. E conosco la mole maestosa del ghiacciaio eterno, il Perito Moreno, che ha fermato il mio passo… ma non la fame di emozioni dell’obiettivo della mia macchina fotografica, che in quel viaggio rubò l’anima a quelle onde perennemente inquiete e fissò per sempre la gelida mole e l’inesorabile respiro dal ritmo millenario dell’immenso gigante di ghiaccio…

Amo Roma, la mia città e amo tutto il mondo che è nascosto nei suoi angoli, nelle sue vie, nelle periferie sterminate e nei suoi antichi quartieri, le sue prospettive e le rughe millenarie che ne segnano il volto…. che ne fanno un libro di storia a cielo aperto…

Questo sito raccoglie una parte del mio lavoro e vuole offrire al visitatore l’opportunità di vivere quelle emozioni, suggestioni e attimi, che resi immortali dal mio obiettivo, sono stati tradotti in immagini.

Ho frequentato per due annualità di corso la Scuola Romana di Fotografia, prestigioso istituto di formazione artistica della capitale che:

• ha affinato la mia tecnica fotografica;
• mi ha introdotto allo sviluppo dei negativi e alla stampa in camera oscura;
• mi ha dispensato nozioni di comunicazione visiva e studio di composizione in studio e ripresa dal vero;
• mi ha permesso di sperimentare nuove tecnologie legate alla post-produzione e soprattutto
• mi ha consentito di confrontarmi con importanti docenti di fotografia.

Nell’ambito della Scuola Romana di Fotografia mi sono specializzato nel reportage geografico-turistico sotto la docenza di Riccardo Improta e nel reportage geografico-sociale con Massimo Mastrorillo.

– Ho collaborato con Viaggi di Repubblica pubblicando il risultato fotografico di lunghi viaggi in Argentina, in particolare Buoenos Aires, la Patagonia e la Terra del Fuoco.
– Collaboro con la stock photography agency Fotolia e Dreamstime.


Giacomo Ciangottini, immagine di Stefano Zaccardi (Scozia, Marzo 2016)